BUON LAVORO

Buon Lavoro  non è solo un film ma la condivisione di un sogno. Tutto nasce all’interno di AgoràFilm: un laboratorio di educazione e socializzazione al lavoro, realizzato in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Sassari, con l’obiettivo di utilizzare il Cinema come strumento di prevenzione del disagio sociale. Un film-laboratorio dove i giovani, hanno avuto la possibilità di imparare i vari mestieri del Cinema, supportati da professionisti del settore, per poi approdare in un vero set cinematografico. Tutto è partito da  un quartiere periferico di Sassari, solo all’apparenza disagiato ma ricco di preziosissime risorse. E’ lì che è nato il primo piccolo staff di artisti che da tre anni lavora incessantemente al progetto. All’interno del laboratorio, sono stati coinvolti anche ragazzi disagiati, extracomunitari, ex tossicodipendenti  e diversamente abili.  Le location individuate di volta in volta  per i set, sono state spesso Comunità terapeutiche, Centri di aggregazione e realtà emarginate. Il film è cresciuto, la squadra di lavoro si è costruita sul campo durante il percorso, andando a cercare nuovi appassionati nei luoghi più disparati, a contatto con le realtà più difficili. Nell’equipe della Cinemascetti sono presenti anche educatori e psicologi: oltre a insegnare il cinema è fondamentale la cura degli aspetti emotivi e la sperimentazione.La Teatroterapia, ricopre un’importanza fondamentale: gli esercizi relazionali sono fondamentali per la creazione di un un team coeso, sano ed aperto verso l’esterno. La sceneggiatura è stata realizzata dai ragazzi sotto la supervisione di esperti di scrittura creativa: si è partiti dalla realtà, quella più vicina a loro. Nei brainstorming spesso autobiografici, la narrazione è  diventata uno sfogo catartico ed uno stimolante esperimento metacinematografico. Il film è molto reale, senza retorica. Si parla dei problemi della gente comune. Non poteva avvenire diversamente. E’ un film che parte dal basso. L’obiettivo però non è quello di creare una storia “strappalacrime” sui problemi dell’Italia contemporanea ma riflettere e  (quando è possibile) ridere come si faceva un tempo nella Commedia all’Italiana. Buon Lavoro coniuga l’intrattenimento con l’impegno sociale: è un film d’altri tempi! Vuole parlare dei “grandi problemi” senza prendersi troppo sul serio. Per questo la sceneggiatura è piaciuta a Giancarlo Giannini che nel film interpreta, con grande realismo, il ruolo di un funzionario del Comune, disilluso ed amareggiato. Oltre a lui altri grandi artisti italiani hanno deciso metterci la faccia. Ed è così che a fianco ai giovani attori della Cinemascetti, hanno già recitato Giuliana De Sio, Pippo Franco, Alvaro Vitali, Giuseppe Giacobazzi, ed addirittura Red Ronnie, la criminologa Roberta Bruzzone ed i giornalisti Carmelo Abbate e Giovanni Terzi, affascinati dalla sana follia del progetto e dalle tematiche sociali affrontate. E la cosa sta crescendo per contagio. Il sogno di pochi sta diventando il sogno di tanti. Nel frattempo la produzione del film procede:  lo staff tecnico dei professionisti che affiancano e formano gli allievi, è in grado di garantire un prodotto di uno standard qualitativo elevato. Ma soprattutto i ragazzi del laboratorio  sono felici. Il film nato come un piccolo laboratorio per molte persone è ormai un sogno che è diventato realtà. Nessuno si sarebbe mai aspettato di recitare al fianco ai mostri sacri del Cinema e della tv! Il Film Buon Lavoro è in Work in Progress e a breve i giovani artisti, saranno ancora sul set. E con loro ci saranno altre star in veste di attori e maestri. Non vediamo l'ora!

LINK  SERVIZIO del TG2:  Sabato 28 novembre 2015

Fonte: www.cinemascetti.it